Dichiarazione di non responsabilità
Coffeeshop Relax
Scritto da Coffeeshop Relax
uso
3 min min read
Il CBD riduce le voglie di droghe pesanti, secondo uno studio

Il CBD sta per cannabidiolo. È un composto di marijuana ampiamente noto per il suo potenziale di fornire effetti terapeutici senza produrre lo \ "sballo \" che è tipicamente associato alla marijuana - il composto di THC nella pianta di marijuana, per essere più precisi. Tuttavia, la Food and Drug Administration (FDA) ha approvato il CBD solo sotto forma di farmaci da prescrizione per il trattamento di rari tipi di epilessia infantile.

Ma uno studio recente ha mostrato alcuni risultati più fantastici riguardo al CBD. Questo studio ha scoperto che il CBD può aiutare le persone dipendenti da droghe pesanti, come l'eroina, riducendo significativamente le loro voglie. Lo studio è stato finanziato in parte da GW Pharmaceuticals, che produce la forma di CBD approvata dalla FDA.

L'American Journal of Psychiatry è stato il primo a pubblicare questo studio nel maggio dello scorso anno. Lo studio ha incluso 42 persone con disturbo da uso di eroina che stavano tentando di astenersi dal farmaco. I 42 partecipanti sono stati divisi in tre gruppi: i partecipanti al primo hanno assunto 400 milligrammi di CBD una volta al giorno; nella seconda, hanno assunto 800 mg di CBD una volta al giorno e i partecipanti alla terza hanno assunto un placebo una volta al giorno per tre giorni consecutivi. Come hanno affermato in precedenza gli autori, i partecipanti ai gruppi CBD hanno ricevuto Epidiolex, il farmaco su prescrizione approvato dalla FDA). Né i ricercatori né i soggetti sapevano se avevano ricevuto CBD o un placebo.

Gli autori chiedevano ai partecipanti di visitare un laboratorio e li esponevano a \ "trigger \" come le siringhe. Tuttavia, prima della sessione di laboratorio, ai partecipanti è stata somministrata una dose di CBD o un placebo. Gli autori hanno notato che i partecipanti che hanno ricevuto CBD hanno riferito di aver sperimentato un minore desiderio di droghe, livelli più bassi di ansia, battito cardiaco più basso e livelli più bassi di cortisolo \ "ormone dello stress \" quando esposti ai \ "trigger \", rispetto a quelli che hanno ricevuto un placebo. Gli effetti erano visibili non appena 1 ora dopo la dose di CBD, hanno detto gli autori. Hanno anche notato che i partecipanti a cui è stato somministrato CBD hanno mostrato effetti più duraturi, che durano anche fino a una settimana dopo la sessione.

L'autore principale dello studio Yasmin Hurd, direttore dell'Istituto per le dipendenze presso la Icahn School of Medicine del Mount Sinai a New York, afferma che questi risultati suggeriscono che "il CBD ha una promessa significativa per il trattamento di persone con disturbo da uso di eroina". ha anche sottolineato che il CBD non ha ridotto le voglie auto-riferite al di fuori del laboratorio, come misurato da un questionario da portare a casa.

Come suggeriscono finora i risultati dello studio, c'è ancora spazio per ulteriori ricerche. - Gli scienziati continueranno a cercare di vedere se il CBD può funzionare come supplemento alle attuali terapie per il disturbo da uso di oppioidi per potenziarne gli effetti. - disse Kirane. Ha anche riferito che uno dei prossimi passi della sua ricerca è studiare il CBD come terapia aggiuntiva ai farmaci attuali, come il metadone o la buprenorfina.