Dichiarazione di non responsabilità
Coffeeshop Relax
Scritto da Coffeeshop Relax
uso
5 min min read

L'uso della cannabis è senza dubbio ancora considerato una cosa discutibile. Purtroppo, questo è il caso anche se la scienza ha fatto il suo lavoro per anni per fornire sufficienti informazioni e prove degli incredibili effetti positivi della cannabis medica e finalmente rompere lo stigma attorno a questa pianta!

La maggior parte dei paesi del mondo considera ancora la pianta di cannabis come una delle più controverse, ma le cose sono diverse ad Amsterdam. La cannabis segna una lunga storia nei Paesi Bassi, rendendola una parte considerevole della sua cultura, e la legge olandese è la ragione principale per cui Amsterdam è conosciuta come \ "La città della libertà \".

Indubbiamente rende questa città una delle mete più ambite dai turisti e anche dalle persone che vogliono trasferirsi in un posto migliore.

Ti sei mai chiesto come sia iniziato?

La cannabis è stata depenalizzata ad Amsterdam negli anni '70. Oggi, però, non è del tutto legalizzato, ma è tollerato dal governo, che ha creato un clima perfetto per aprire coffeeshop in tutto il Paese.

Questi luoghi sono negozi dove i clienti possono acquistare e consumare cannabis, ma fino ad oggi operano ancora ai margini della legge. Ce ne sono così tanti che i coffeeshop hanno persino reso famosa questa città.

Amsterdam ospita 200 caffetterie certificate.

Il primo coffeeshop ad aprire ad Amsterdam fu \ "Mellow Yellow \", fondato nel 1972 quando i Paesi Bassi iniziarono a diventare più tolleranti nei confronti della cannabis, ma non ancora del tutto legale. I proprietari di coffeeshop ora dovevano iniziare a pensare a modi nuovi e creativi per vendere i loro prodotti. Dovevano fare le transazioni in segreto e nascondere completamente la principale fonte di reddito per l'azienda.

La polizia sarebbe comunque andata a fare irruzione in questi luoghi, ma fortunatamente non sono mai stati in grado di trovare prove sostanziali di attività criminale, e quindi non hanno mai avuto motivo di chiuderli.

Alcuni anni dopo, il governo olandese ha depenalizzato la cannabis in base alla nuova politica creata per alleviare i problemi associati ai narcotici, ma ciò non significava che diventasse del tutto legale. La vendita di cannabis era ancora considerata un reato penale, ma i commercianti potevano evitare il procedimento penale purché seguissero regolamenti specifici.

Fortunatamente, oggi la gente del posto ei turisti possono gustare liberamente i loro prodotti di cannabis preferiti nelle apposite sale fumatori nei coffeeshop. Possono anche divertirsi benissimo sapendo esattamente cosa stanno acquistando, avendo un'idea dei risultati di laboratorio di molti prodotti che vengono venduti nei coffeeshop.

I coffeeshop di solito impiegano personale qualificato e ben informato che è sempre pronto ad aiutare i clienti con tutto ciò che è legato alla cannabis. I coffee shop non servono alcolici, ma alcuni hanno invece menu vivaci. Tutto sommato, i coffeeshop di Amsterdam oggi sono noti per la loro atmosfera rilassata dove le persone possono godersi un tipo di divertimento rilassato e sicuro!